Monday, May 16th

Ultimo aggiornamento08:07:53 PM GMT

Giornate Europee del Patrimonio 2013, ingresso gratuito ai musei statali di Firenze
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Giornate Europee del Patrimonio 2013, ingresso gratuito ai musei statali di Firenze

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo anche quest'anno aderisce, insieme agli altri Stati Europei, alle Giornate Europee del Patrimonio 2013, ideate nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea con l'intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei. In Italia la manifestazione avrà luogo il giorno sabato 28 settembre 2013 e, per quanto riguarda i musei del Polo Fiorentino,  prevede che  vi sia il libero ingresso  al pubblico di tutti i luoghi della cultura statali.

 

Così come, sempre sabato 28 settembre tra le 19 e le 23, vi sarà il libero accesso anche nei tre musei che aderiscono all’iniziativa “Una notte al museo”, ovvero nella Galleria degli Uffizi, nella Galleria dell’Accademia e nelle Cappelle Medicee. Al fine di favorire la conoscenza del patrimonio culturale italiano, nell’Ambito delle  “Giornate Europee del Patrimonio” verranno organizzate numerose iniziative sull'intero territorio nazionale. Sabato 28 (con ingresso libero) e domenica 29 (con ingresso a pagamento), la Galleria Palatina propone l’evento “Una Reggia da scoprire anno II. Omaggio al Gran Principe Ferdinando” offrendo, per il secondo anno consecutivo,  approfondimenti speciali proprio in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio”.

Già lo scorso anno, per le Giornate Europee 2012, l’apertura al pubblico si era arricchita di un’offerta, risultata molto apprezzata dai visitatori, di brevi spiegazioni di 10-15 minuti (focus) su alcune tra le opere più importanti del museo, al fine di renderle più “vicine” e gradite ai visitatori.

Per l’edizione 2013 delle Giornate Europee si presenta una nuova serie di spiegazioni, sempre della durata di 10-15 minuti, tenute dal personale museale, sui punti essenziali del percorso dedicato al Gran Principe Ferdinando. I focus costituiscono così l’occasione di addentrarsi nell’universo collezionistico del principe e magari anche lo stimolo a seguire, con accresciuta curiosità, il percorso del Gran Principe e dei pannelli che lo supportano nelle varie sale del museo.

Nell’anno che Firenze dedica alle celebrazioni del Gran Principe Ferdinando de’ Medici (1663-1713), la Galleria Palatina tributa all’illustre collezionista, nel terzo centenario della morte, un Omaggio, negli ambienti del piano nobile di Palazzo Pitti - gli attuali Galleria Palatina e Appartamenti Monumentali - che ospitarono il suo appartamento privato e gli straordinari capolavori delle sue collezioni. Il  percorso museale che si sviluppa nel museo, inaugurato il 29 giugno 2013 e disponibile fino a dicembre, intende rendere la complessità del collezionismo del Gran Principe favorendo una conoscenza ravvicinata dei capolavori più significativi che egli raccolse con estrema ricercatezza di gusto. L’itinerario  procede all’interno della Galleria Palatina, dove oggi si trovano moltissime delle opere appartenute a Ferdinando, e degli Appartamenti Monumentali, proprio laddove un tempo egli visse e adunò, disponendola sontuosamente, una parte consistente della sua collezione: dettagliati  pannelli didattici in italiano ed inglese guidano il visitatore lungo le sale espositive della Galleria Palatina evidenziando, tra le molte esposte, quelle opere che appartennero al Gran Principe, mettendone in luce il legame  con Ferdinando (che in alcuni casi ne fu committente e in altri le acquisì alla propria raccolta in tempi successivi alla loro esecuzione), permettendo così di ‘estrarre’ dall’opulenta quadreria principesca del museo quei dipinti che egli volle per sé nelle stanze in cui abitò sul finire del XVII secolo.

Negli attuali Appartamenti Monumentali, oggi visibili nell’ultimo allestimento d’epoca sabauda, si trovavano le sette stanze assegnate a Ferdinando in qualità di Principe ereditario: qui i pannelli esplicitano la funzione e il contenuto delle stanze sotto il Gran Principe, rendendo il senso ‘sincronico’ della loro configurazione alla fine del Seicento quando Ferdinando volle arredarle secondo criteri di rigorosa simmetria e compattezza nella disposizione di dipinti e altri oggetti d’arte. Qui di seguito il programma dei  focus del 28 e 29 settembre, precisando che possibili variazioni potrebbero essere dovute a inderogabili esigenze di servizio (il ritrovo è nella sala e agli orari indicati).

SABATO 28 settembre 2013 (ingresso libero)

Galleria delle Statue: Ferdinando de’ Medici: ritratto di un principe e mecenate delle arti (ore 10, 11, 15 e 16). Sala dell’Iliade:  Le grandi pale d’altare per il principe: Andrea del Sarto, Rosso, Fra Bartolomeo e Raffaello (ore 10.30, 11.30, 15.30, 16.30).  Sala di Marte: Le grandi passioni del principe: Rubens e i fiamminghi (ore 11 e 12).

Sala delle Nicchie: Le Stanze del Principe a Pitti (ore 11.30, 12.30, 16 e 17).

DOMENICA 29 settembre 2013 (ingresso a pagamento) Galleria delle Statue: Ferdinando de’ Medici: ritratto di un principe e mecenate delle arti (ore 10, 11, 15 e 16). Sala dell’Iliade:  Le grandi pale d’altare per il principe: Andrea del Sarto, Rosso, Fra Bartolomeo e Raffaello (ore 10.30, 11.30, 15.30, 16.30) Sala delle Nicchie: Le Stanze del Principe a Pitti (ore 11.30, 12.30, 16 e 17)

Per informazioni: Galleria Palatina 055 2388611/-614; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

Autore

 

Marisa Cancilleri

 

 

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze