Friday, Jan 28th

Ultimo aggiornamento07:05:59 PM GMT

Rolando Panerai premiato dai Fiorentini nel Mondo per le Arti Sonore
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Rolando Panerai premiato dai Fiorentini nel Mondo per le Arti Sonore

Fiorentini nel Mondo Premio dlle Arti 2015 PaneraiIl maestro Rolando Panerai ha ricevuto il Premio delle Arti 2014 dei Fiorentini nel Mondo. Mercoledì 25 Marzo 2015, nel giorno del tradizionale Capodanno Fiorentino, presso la Sala delle Adunanze dell'Accademia delle Arti del Disegno a Firenze, si è tenuta la cerimonia di premiazione. Il riconoscimento è stato conferito a Rolando Panerai per la categoria delle Arti Sonore per aver, attraverso le sue opere, valorizzato e fatto conoscere al mondo la cultura di Firenze e lo spirito del suo popolo.

Rolando Panerai nasce nel 1924 a Campi Bisenzio ed inizia a studiare canto a Firenze presso il Centro di Avviamento Lirico del Teatro Comunale vincendo il primo concorso nazionale Adriano Belli del Teatro lirico sperimentale di Spoleto. Il debutto avviene il 29 giugno 1946 come baritono al Teatro Dante della città natale in Lucia di Lammermoor.

È stato l'inizio di una gloriosa carriera per longevità e successi. Si è esibito nei maggiori teatri del mondo, tra cui la Scala di Milano, il Covent Garden di Londra, il Metropolitan di New York, la Staatsoper di Vienna, il Liceu di Barcellona, l'Opera di Parigi, oltre che nei Festival di Salisburgo, Edimburgo ed Aix-en-Provence. Ha partecipato inoltre a storiche trasmissioni televisive col Barbiere di Siviglia, prima opera trasmessa dalla TV italiana nel 1954. Sono numerose anche le registrazioni radiofoniche e le incisioni discografiche. Nel 2004 ha festeggiato gli ottant'anni cantando nel ruolo di Don Alfonso in Così fan tutte al Teatro Comunale di Firenze. Il repertorio è vastissimo con circa duecento opere e comprende, tra i tanti, grandi ruoli come Rigoletto, Falstaff, il Conte di Luna de Il trovatore, Giorgio Germont de La traviata, il Marchese di Posa del Don Carlo, Figaro, sia del Il barbiere di Siviglia che delle Nozze di Figaro. È riconosciuto uno dei massimi interpreti di Gianni Schicchi, oltre che il Marcello per eccellenza de La bohème. È stato diretto, tra gli altri, da Victor De Sabata, Tullio Serafin, Carlo Maria Giulini, Gianandrea Gavazzeni, Herbert von Karajan, Guido Cantelli, Karl Bohm, Riccardo Muti, ed ha avuto come registi Eduardo De Filippo, Tatiana Pavlova, Giorgio Strehler, Franco Enriquez, Franco Zeffirelli, Margherita Wallmann e Luchino Visconti. In occasione del 42º Premio Puccini di Viareggio gli è stato assegnato il premio alla carriera.

 

 

Autore

Marisa Cancilleri

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze