Wednesday, Jul 28th

Ultimo aggiornamento01:58:11 PM GMT

I Fiorentini nel Mondo piangono la scomparsa Angiolo Livi
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

I Fiorentini nel Mondo piangono la scomparsa Angiolo Livi

angiolo Livi 100 anniI Fiorentini nel Mondo si uniscono commossi al saluto ad un grande fiorentino, un uomo di fede e di cultura che lascia una grande eredità alla sua città. E' passato a miglior vita a Firenze monsignor Angiolo Livi, decano della diocesi fiorentina, priore della basilica di San Lorenzo, nel cuore di Firenze. Il 31 marzo aveva compiuto cento anni. Per il suo compleanno aveva ricevuto anche la visita del presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Monsignor Livi si è spento stamani, in una casa di cura, "serenamente" racconta chi gli era vicino. La salma verrà esposta dal pomeriggio nella cappella dei Canonici, nel Chiostro della basilica. I funerali si terranno martedì 30 Dicembre 2014 alle 10.00, nella Basilica di San Lorenzo e saranno celebrati dall'arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori.

Per il suo compleanno, il sacerdote venne festeggiato dalla città con una messa solenne celebrata dall'arcivescovo Betori: "Siamo qui a dire il nostro grazie al Signore - sottolineò il cardinale nell'omelia - per i cento anni che egli ha donato a questo nostro fratello, colmandoli dei suoi doni e dando la forza per affrontare le difficoltà, che pur non saranno mancate in un così lungo tragitto, ma che il nostro festeggiato ha saputo superare con il coraggio e la gioia della fede". Monsignor Livi si commosse per la chiesa gremita: "C'è tutta Firenze oggi qui con me - disse - ho desiderato ardentemente celebrare il centesimo compleanno con voi. E con il mio Vescovo. Voglio ringraziarlo tanto, perchè ha 'fissato' per me una concelebrazione con Papa Francesco, che avverrà il 7 aprile: grazie". "Ci lascia uno dei sacerdoti più significativi dell'Arcidiocesi, che verrà ricordato per i qualificati servizi resi alla comunità ecclesiale, per l'autorevole ruolo di riferimento svolto anche nella società civile, per essere stato fedele custode e testimone del patrimonio spirituale e culturale della tradizione fiorentina". Lo scrive in una nota la Chiesa fiorentina, comunicando che "questa mattina è tornato alla casa del Padre mons. Angiolo Livi". Livi era "il più anziano sacerdote del presbiterio, al momento Priore dell'Insigne Basilica Laurenziana, già Parroco di Palazzuolo, Rettore del Seminario Maggiore Arcivescovile, Vicario episcopale per il clero. L'Arcivescovo, il clero e i fedeli tutti della Chiesa di Firenze - aggiunge la nota - sono grati a monsignor Livi per il suo ministero sacerdotale, esercitato fino all'ultimo con grande dedizione, e lo accompagnano con la preghiera all'incontro con il Signore. Le esequie, presiedute dal Cardinale Arcivescovo, si svolgeranno nella Basilica di San Lorenzo, martedì 30 dicembre alle ore 10.00. La camera ardente sarà aperta da oggi pomeriggio nella cappella dei Canonici, nel chiostro della Basilica". I Fiorentini nel Mondo si uniscono commossi al saluto ad un grande fiorentino, un uomo di fede e di cultura che lascia una grande eredità alla sua città.


angiolo livi papa francesco

 

 

 

Autore

 

Marisa Cancilleri

 

 

 

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze