Sunday, Jan 16th

Ultimo aggiornamento07:05:59 PM GMT

David Calzolai, eroe fiorentino a Sparta
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

David Calzolai, eroe fiorentino a Sparta

Firenze e Sparta, due città lontane tra loro che hanno vissuto il loro apice in due epoche storiche diverse, ma impresse nella grande storia per il loro passato e le loro imprese. Due città con in comune lo stesso desiderio di indipendenza. Un desiderio così forte da non piegarsi mai. Due città che ancora mostrano la loro fierezza. Fiorentini e Spartani, due popoli similmente smaniosi di libertà, animati da uno spirito fiero che porta a grandi imprese anche a costo del prezzo più caro: la vita. Oggi, nella modernità, i modi e i tempi sono cambiati, ma dentro ognuno di noi risiede l'animo del Marzocco, quell'animo tanto nobile e fiero da somigliare al leonino carattere di Leonida, il più grande guerriero spartano.


Un Leone dorme in ognuno di noi, pronto a ruggire appena lo si risvegli. Questo è successo anche a David Calzolai, Fiorentino di Firenze nato sulle rive dell'Arno il 3 Agosto del 1969, il quale quest'anno ha partecipato alla Sparthatlon per la seconda volta, una gara di corsa incredibilmente massacrante lunga ben 246 chilometri da percorrere massimo in 36 ore. Sono solo 300 i partecipanti ammessi e soltanto il 30% di loro riesce a concluderla. Lui ci è riuscito per ben due volte, questa volta ha impiegato 34 ore e 46 minuti, lungo il percorso che parte da Atene ed arriva fin sotto la statua di Re Leonida a Sparta. Un giglio al posto del cuore gli batte nel petto e un leone ruggisce nell'anima di questo grande e poco conosciuto atleta fiorentino che, come un irriducibile guerriero spartano nella battaglia delle Termopili, ha portato in alto il nome di Firenze fino alla statua del suo re.


Leonida, re ed eroe spartano

 

 

 

 

Autore


Nicola Biagi

 

 

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze