Monday, Oct 21st

Ultimo aggiornamento07:15:45 PM GMT

Michelangelo, le celebrazioni per i 450 anni dalla morte

Michelangelo, le celebrazioni per i 450 anni dalla morte

Il David di Michelangelo è sicuramente una delle opere simbolo dell'artista fiorentino, per il quale sono in programma una serie di celebrazioni per ricordare i 450 anni dalla morte. Le spesso distratte istituzioni italiane questa volta sembrano aver ben operato, con un vasto e coordinato programma di diffusione culturale, con mostre e convegni sull'attività del genio rinascimentale previste soprattutto a Roma e Firenze, le città a cui Michelangelo ha indissolubilmente legato la sua arte e la sua storia. Lo scultore torna a Firenze nel 1501, dopo un primo soggiorno a Roma in cui, tra le altre opere, ebbe modo di realizzare la Pietà, suo primo capolavoro e sua prima opera eseguita con il famoso marmo di Carrara, materiale che divenne la materia principale delle sue opere. Quindi Michelangelo, poco più che ventenne ma già artista consacrato, rientra a Firenze e subito l'Opera del Duomo gli affida la realizzazione del cosiddetto "Gigante", un enorme blocco di marmo su cui avevano già iniziato a lavorare altri due artisti.

 

Nel 1504 il David è finito, e i fiorentini capiscono subito che si trovano davanti ad un capolavoro di inestimabile valore: la tensione emotiva che la scultura sprigiona convinse la Signoria che quell'opera doveva diventare il simbolo della città. Per decidere il suo posizionamento fu istituita una commissione con i maggiori artisti del tempo, tra cui notiamo nomi illustri come il Ghirlandaio, Perugino e addirittura Leonardo da Vinci. Il cuore pulsante della città era Piazza della Signoria, e fu proprio lì che la commissione decise di posizionare la scultura. Con il passare degli anni però il capolavoro di Michelangelo rischia costantemente di subire gravi danneggiamenti, e proprio per questo motivo nel 1873 si decise di spostarlo all'interno della Galleria dell'Accademia, non senza difficoltà in quanto si deve procede prima a realizzare una specifica modifica strutturale alla Galleria stessa. Qualche decennio dopo, nel 1910, viene collocata in Piazza della Signoria una copia del David, per altro di pregevole fattura. Per vedere l'originale David di Michelangelo, capolavoro simbolo di un epoca e dell'intera storia dell'arte italiana, la Galleria dell'Accademia a Firenze è visitabile dal martedì alla domenica dalle 8,15 alle 18, al prezzo di euro 15 per gli interi e 11,75 per i ridotti.

 


 La Presidenza del Consiglio Comunale

In occasione delle celebrazioni per
 il 450° anniversario della morte di

Michelangelo Buonarroti
18 febbraio
1564-2014

invita la S.V.
  Martedì 18 febbraio 2014

Ore 15.00
Piazza della Signoria
Il Corteo della Repubblica Fiorentina, le Autorità, i partecipanti
muovono verso la Basilica di Santa Croce
alla tomba di Michelangelo.

 
L’Accademia delle Arti del Disegno depone le tre corone intrecciate di alloro, quercia e ulivo simbolo delle arti sorelle pittura, scultura e architettura a ricordo del “padre delle arti” e delle esequie celebrate dalla stessa Accademia
per ordine di Cosimo I nel 1564

Ore 15.30
Cenacolo della Basilica di Santa Croce


Celebrazioni

Interventi di
Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Comunale di Firenze
Cristina Acidini, Soprintendente Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Firenze
Luigi Zangheri, Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno

 

 

 

 

Autore

 

Marisa Cancilleri

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze