Wednesday, Nov 20th

Ultimo aggiornamento07:15:45 PM GMT

Il campanile di Giotto e di Arnolfo

Il campanile di Giotto e di Arnolfo

Il campanile di Giotto è la torre campanaria di Santa Maria del Fiore, la Cattedrale di Firenze. Le sue fondazioni furono scavate attorno al 1298 all'inizio del cantiere della nuova Cattedrale, con Arnolfo di Cambio come capomastro. La posizione inusuale del campanile, allineato con la facciata, riflette la volontà di conferirgli una grande importanza come segno di forte verticalità al centro della Insula Episcopalis e probabilmente la necessità pratica di liberare la visuale della zona absidale per la grande cupola prevista sin dal progetto arnolfiano. 

 


Nel 1334 Giotto di Bondone subentra nell'incarico di capomastro e si occupa subito della costruzione del primo piano del campanile, disinteressandosi - secondo quanto sostiene una leggenda - del cantiere della Basilica. Fornisce un progetto del campanile, la cui terminazione prevede una cuspide piramidale alta 50 braccia fiorentine che corrispondono alla misura di circa trenta metri; il campanile nel progetto originale avrebbe dovuto raggiungere l'altezza di circa 110-115 metri. Un disegno conservato nel Museo dell'Opera del Duomo di Siena è considerato da alcuni studiosi ispirato a questo progetto.


Il Giglio di Firenze sulla prima cornice del campanile

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze