Thursday, Aug 18th

Ultimo aggiornamento08:07:53 PM GMT

FABRIZIO DEL TESSA svela i “segreti edilizi” del campanile e della facciata del duomo di Pietrasanta
Error
  • Error loading feed data.

FABRIZIO DEL TESSA svela i “segreti edilizi” del campanile e della facciata del duomo di Pietrasanta

 mar.jpg   FABRIZIO DEL TESSA svela i “segreti edilizi” del campanile e della facciata del duomo di Pietrasanta (e altre storie toscane)

 

 

 

E’ possibile divertirsi al tavolo di lavoro? E mantenere negli anni lo spirito scanzonato del ragazzo curioso, allegro e irriverente? E mescolare realtà e fantasia in fantasmagoriche illustrazioni dove si sbizzarrisce l’ estro artistico con inventiva e originalità? Per non parlare della meticolosa attenzione ai dettagli, anche se travisati da un innato gusto per la satira. Che non è politica né religiosa e non offende nessuno. Forse per questo Fabrizio del Tessa non è puntualmente presente nella cronaca, quella che dissacra, scandalizza e fa tendenza in una società allo sbando, fra l’altro disabituata a riconoscere la vera arte, specie se non viene fatta a computer.

Tutte le opere di Del Tessa sono fatte a mano, a china, matita e acquerello, come usava una volta. La sua ispirazione tende allo storico, con presa di giro di personaggi, situazioni, eventi, conditi da sfrenata fantasia che sfocia nel surreale e nel fantascientifico. Vedi i Progetti Fantastici per Trasporti Impossibili, o l’ironica rappresentazione di battaglie storiche o gare sportive o riferimenti letterari. Le relative didascalie sono un capolavoro a parte.

Splendido il Fiorentino Calcio in Livrea in Piazza della Signoria: un variopinto accalcamento di giocatori nelle pose più divertenti, fra bandiere e fanfare, sorvolati da un improbabile velivolo che sarebbe piaciuto al Barone di Munchaisen. Anche il Barone Rosso, come Lorenzo il Magnifico, Garibaldi o Castruccio Castracani e il guerriero longobardo Tassilone si aggirano rivisti e corretti dalla stimolante penna di Del Tessa in illustrazioni che chiamare vignette sarebbe improprio.

Il denominatore comune tuttavia è la Versilia e una straordinaria mappa è stata presentata nella sua personale a Villa Bardini di Forte dei Marmi la scorsa estate: un ennesimo successo che si aggiunge alla sua partecipazioni a mostre nazionali e internazionali, da Lucca a Saragoza, da Torino a San Francisco, da Milano a Parigi, da Roma a Cuzco. Il cuore comunque rimane a Pietrasanta, dove è nato, ha studiato, vive e lavora, ovvero si diverte e fa divertire con la sua comicità istintiva e personale, anche in normali conversazioni.

Del Tessa ha sempre mille aneddoti da raccontare, che trasporta nei suoi fantasmagorici quadri, dove tecnica e stile si esaltano insieme a geniale originalità. Se lo ricordano pure il Corriere dei Piccoli e il Guerin Sportivo, disegna per Snoopy e Panini, elabora bozzetti per la Fiat e il Carnevale di Viareggio, trionfa ai Comics di Lucca. E rimane la persona semplice, allegra, spontanea e acuta che è un piacere conoscere.

 

 

Margherita CALDERONI

Fiorentini nel Mondo UK

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze