Thursday, Aug 18th

Ultimo aggiornamento08:07:53 PM GMT

Error
  • Error loading feed data.

Storie di Firenze e di Fiorentini

Il Brindellone e la Colombina

 

“Brindellone”  nel vernacolo fiorentino è un aggettivo che allude ad un soggetto alto e dinoccolato, per tale ragione il carro che trasporta il fuoco sacro ai fiorentini da sempre è apostrofato affettuosamente in tal modo.

Il carro che ancor oggi viene utilizzato per i festeggiamenti pasquali risale al ‘600 (la tradizione del carro è però precedente),  pesa quaranta quintali, è alto circa 11 metri con il pennone della girandola, tre metri e mezzo di lunghezza per ogni lato.

 

Read more...

Lo scoppio del Carro nel giorno di Pasqua

 

Nel 1095 i cristiani di tutta Europa si mobilitano per liberare la Terra Santa dai Turchi dopo il Concilio di Clermont sotto Urbano II. Il duca Goffredo di Buglione, alla testa del proprio esercito detto “dei nobili”, composto da 12.000 uomini di cui 2.500 fiorentini, porta i cristiani alla vittoria conquistando la città di Gerusalemme e il Santo Sepolcro. L’esercito dei crociati è costituito in totale da 40.000 soldati; questi uomini si riconoscono con l’appellativo di “crociati”,  il cui nome deriva dalla croce rossa cucita sulla spalla destra della tunica bianca che ricopre la loro armatura, simbolo del loro pellegrinaggio e dei voti contratti.

 

Read more...

Quaresimali biscotti tipici della Pasqua fiorentina

Quella dei biscotti  quaresimali é una ricetta semplice, pensata per il periodo di austerità e digiuno della Pasqua; i biscotti dalla forma di lettere dell’alfabeto  hanno origine a Firenze nei primi anni del ‘900 nella pasticceria Digerini Marinai.

La preparazione di questi biscotti  rappresentava un rimedio alle limitazioni alimentari previste nel periodo di astinenza quaresimale, nel quale non si consumavano prodotti derivati dagli animali. Tra gli ingredienti  manca pertanto il burro, abbonda invece il cioccolato amaro che dà loro il tipico colore bruno.

Read more...

Capodanno fiorentino

 

Fino al 1750 la data del 25 marzo a Firenze venne assunta come inizio del calendario civile. In altre città italiane ed europee, sin dal 1582, era invece già in vigore il Calendario Gregoriano in base al quale l’anno iniziava il 1° gennaio. Questa situazione durò fino a quando il decreto del Granduca Francesco Stefano di Lorena - al fine di  uniformare le registrazioni nelle scritture pubbliche  e per gli usi commerciali - in data 20 novembre 1749,  impose  l'uso del calendario gregoriano a partire dal 1° gennaio 1750.

Read more...

LE “STELLE” DI DANTE, quelle dello Zodiaco.

Durante di Alighiero degli Alighieri nacque a Firenze nel 1265, data estrapolata da vari accenni letterari che lo darebbero nato tra il 21 maggio e il 21 giugno, ovvero sotto il segno dei gemelli.

 

 

Read more...

Settecentenario dantesco: Dante e i Malaspina

La Val Di Magra fu abitata dai Liguri-Apuani, razza celta  rude e fiera, che ancor oggi pare arroccata sulle fondamenta di tradizioni antiche, quasi pagane, che riaffiorano andando di castella in castella, di borgo in borgo. 

 

 

Read more...

A Dragon’s Tale : Il sale della saggezza sulla coda di un drago

 In Italia, A parte il tendenzioso consiglio del dott Galli che imperversa in tv, di fare acquisti natalizi su Amazon (che ha fatto giustamente imbestialire i commercianti già pesantemente penalizzati) è indubbio che sempre più gente batte sui tasti del computer piuttosto che battere la strada verso i negozi. Vedi il caso delle librerie: gli concedono di stare aperte ma se i clienti stanno a casa cosa vendono?

 

 

 

Read more...

Il David di Dubai

IL  DAVID DI  DUBAI  - “La Bellezza salverà il Mondo” (Dostoevskij)

Causa Covid, l’Expo mondiale di Dubai è slittata a ottobre 2021. E chi ci rappresenterà al centro del Padiglione Italia? Sempre lui, il capolavoro di Michelangelo, virile simbolo di libertà contro la tirannide, almeno nelle intenzioni dello scultore, a cui fu commissionato dalla gloriosa Repubblica Fiorentina nel 1500.

Read more...

Il miracolo del vino in sangue a Sant'Ambrogio

 

Il miracolo avvenne il 30 dicembre 1230, quasi otto secoli fa, nel giorno di San Fiorenzo ed ebbe una risonanza anche fuori da Firenze che alimentò la devozione intorno al mistero eucaristico: l’anziano prete di nome Uguccione, dopo aver celebrato la messa, non asciugò accuratamente il calice eucaristico, ritrovandovi il giorno dopo del sangue vivo al posto del vino consacrato, frutto dell'incarnazione divina. "…come sangue vivo raggrumato e incarnato…". 

 

Read more...

Il 21 dicembre è il giorno del marchese Ugo di Toscana

 

La figura storica di Ugo di Toscana e l’antichissima e prestigiosa Badia fiorentina sono legati inscindibilmente, fra l’altro, da una delle più antiche e radicate tradizioni fiorentine, ovvero le celebrazioni che si tengono ogni anno in ricordo del “Gran Barone”, nell’ anniversario della sua morte. Ugo di Toscana fu incredibilmente importante per Firenze: figlio di Uberto di Toscana e di Willa, figlia del Duca di Spoleto, diviene marchese, ovvero conte della marca, di Toscana nel 970, quando il padre decide di abdicare. Grazie ad Ugo, Conte della Marca di Toscana, Firenze divenne quella capitale che ancor oggi è.

Read more...

Page 2 of 63

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze