Friday, Dec 15th

Ultimo aggiornamento03:01:00 AM GMT

L'anima della città di Firenze

L'anima della città di Firenze

firenze villani battisteroL'edificazione di Firenze era un fenomeno del genio creativo culturale ed intellettuale - "l'acume dell'ingegno umano o piuttosto divino", nel lessico del grande Gianozzo Manetti - in modo tale che il disegno architettonico della città diventa quasi una forma antropomorfa, un singolo corpo organico, rappresentando ed esprimendo gli ideali civici e spirituali di libertà, armonia e coraggio, come un macrocosmico Uomo Vitruviano di Leonardo, formato da mattoni e malta. 

Inoltre, all’interno della crescita e la fioritura dell’edificazione fiorentina - il percorso della perfezione dei suoi proporzioni pluriformi, come le braccia tese il grande Uomo Vitruviano estendendo tramite tutto il paesaggio variegato della storia – e nelle tracce della sua trasformazione e la sua evoluzione che sono soffusi nei grandi monumenti culturali che adornano la sua forma idealizzata, anzi in tutti i movimenti di questo grande corpo, troviamo l'ombra abbracciante del suo grembo e la sua fonte di vita: la luminosità del mondo antico. Come la Pallade Atena nasce splendidamente dalla testa di Zeus, così, dal grande fiume dell'intellettualità classica, emerge la cascata dinamica e maestosa dell’intuizione umanistica di Firenze; Il torrente trionfale, tuonando su e nutrendo il terreno fertile della cultura academica medievale nascente della città, i suoi echi ruggenti risuonavano dappertutto: dal lavoro pionieristico dello studioso bizantino Emanuele Crisolora, che, in collaborazione con il grande Cancelliere Coluccio Salutati, introduce il tesoro della lingua e della letteratura greca alla vita civica; ai capolavori mitologici di Botticelli, i quali cristallizzano l'aria del neoplatonismo che circonda lo sviluppo culturale della città - lo spirito incarnato ed echeggiato eloquentemente dal grande Salutati: "Devo imitare l'antichità, non che può essere riprodotta, ma in modo che posso creare qualcosa di nuovo."

Ancora, allo stesso tempo, questa entità civica, questo corpo organico, la cui costruzione è impregnata del genio architettonico di Brunelleschi, Giotto e Vasari, raggiunge la sua altissima illuminazione e deificazione attraverso la sua animazione dallo spirito della saggezza umanistica: quest'anima della bellezza, lo slancio vitale del progresso, inspirato ed espirato tramite i polmoni del patronato laico e la pietà religiosa, è la fonte del infinito dinamismo sociale ed estetico Fiorentino, ed è evidenziata in tutta ogni strada, la rete di vene e arterie che circolano in tutta la sua forma idealizzata. È questa l'anima che vivifica i movimenti maestosi del grande uomo vitruviano; il suo moto sempre verso il futuro, le sue gambe audacemente a grandi passi mentre tenendo in alto il ‘Uovo Cosmico’ - l'icona della cosmografia umanistica, immortalata cripticamente, ad esempio, nella ‘Leda’ di Leonardo da Vinci e nella ‘Pala di Brera’ di Piero della Francesca – come i grandi pilastri del Duomo e delle magnifiche basiliche gotiche della città, coraggiosamente tenendo in alto il cielo delle loro volte svettanti; il cosmo dentro una cupola. Una forza invisibile, che si manifesta in un ingegno singolare, quest'anima civica è la fonte della unità nella lunga storia dell'edificazione della città - la necessaria qualità di qualsiasi costruzione architettonica, come commenta il celebre Leon Battista Alberti, "Ogni struttura può essere detta di essere integrante e unificata quando le parti contenuti non sono separati o sfollati… ma ogni linea unisce insieme."

 

firenze villani battistero'L'edificazione di Firenze', miniatura dalla Nova Cronica di Villani

 

 

Autore


Olvier Hickman

 

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze