Saturday, Nov 18th

Ultimo aggiornamento03:01:00 AM GMT

La vetta dell'ingegnosità fiorentina

La vetta dell'ingegnosità fiorentina

san miniato al monteNel paesaggio culturale di Firenze, la catena montuosa di maestosità macrobiana, la quale, come la sala dei titani, echeggia dei toni crescenti dell'oratoria umanistica e della sinfonia armoniosa di colori che formano la facciata delle sue grandi chiese, la salita e la vetta dell'ingegnosità della città costituiscono una vera e propria Scala di Giacobbe.

 

Su ciò, i grandi maestri d'arte della storia fiorentina, quasi come un colloquio di angeli, fioriscono in un ritmo binario, discendendo e ascendendo: da un lato, scendendo verso l'abbondanza della terra, il mondo naturale, come la verdezza vivida dei alberi nel 'Battesimo di Cristo' di Piero della Francesca; mentre, d'altra parte, salendo all'edificio etereo dell’ispirazione divina, come ad esempio il bagliore dorato dei mosaici nel soffitto del Battistero. Inoltre, questa grande scala fiorentina tra la terra e il cielo, come la meravigliosa scalinata verso il splendido San Miniato al Monte, è l'essenza della mentalità umanistica; è il giglio che deve essere coltivato nel terreno fertile del cuore - o come il grande Petrarca, facendo eco Cicerone, commenta nelle sue Invettive, “mentis viribus excitari, et quasi divino quodam spiritu inflari”.

 

san miniato al monteLa Basilica abbaziale di San Miniato al Monte

 

 

 

Autore


Olvier Hickman

 

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze